verdi del trentino
    d o c u m e n t i
    torna a precedente    

 HOMEPAGE

  I VERDI
  DEL TRENTINO

  
  CHI SIAMO

  STATUTO

  REGISTRO CONTRIBUTI

  ORGANI E CARICHE

  ASSEMBLEE
  CONFERENZE STAMPA
  RIUNIONI


 ELETTI VERDI

  PROVINCIA DI TRENTO

  COMUNITÀ DI VALLE

  COMUNE DI TRENTO

  ALTRI COMUNI


 ELEZIONI

  STORICO DAL 2001


 ARCHIVIO

  ARTICOLI

  DOSSIER

  CONVEGNI

  INIZIATIVE VERDI

  PROPOSTE VERDI

  BIBLIOTECA

  GALLERIA FOTO

  

 

Consiglio federale nazionale dei Verdi riunito a Roma l' 11 febbraio 2001

MOZIONE PARTICOLARE SULLA GIUSTIZIA

Il Consiglio Federale dei Verdi riunito a Roma il 10/11 febbraio 2001, esprime il proprio compiacimento per la candidatura di Salvatore Senese per l’elezione a giudice della Corte Costituzionale.

La coalizione dell’Ulivo non può rendersi responsabile del funzionamento a ranghi ridotti dell’alta Corte di garanzia in un momento in cui è chiamata a pronunciarsi su delicate e decisive questioni.

Questa responsabilità assumerebbe un carattere intollerabile se, a causa della fine della legislatura, l’impasse si protraesse per quasi un anno.

Occorre un senso di responsabilità istituzionale e politica capace di uno scatto decisivo.

La scelta della candidatura dell’Ulivo va sottratta alla lottizzazione partitica.

La candidatura di Senese è rappresentativa della migliore cultura giuridica garantista e raccoglie una condivisione trasversale estremamente positiva che coinvolge anche Rifondazione Comunista e trova apprezzamento anche in settori dell’opposizione.

I Verdi rifiutano egemonismi e considereranno questa proposta come una vera e propria discriminante.

FRANCO CORLEONE

(approvata all'unanimità)


Consiglio federale nazionale dei Verdi
I documenti approvati nella riunione dell'11 febbraio 2000:

- mozione politica

- mozione sull'energia

- mozione sulla
  chimica in Italia

- mozione sui problemi
  della giustizia

- mozione per il
  finanziamento

vedi anche
ASSEMBLEE

 
 

 © 2000 - 2022    
VERDI DEL TRENTINO

webdesigner:

m.gabriella pangrazzi

 

torna su